Giornata Mondiale del Servizio Sociale 2021
Baobab Cooperativa Sociale 

Giornata Mondiale del Servizio Sociale 2021

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Giornata mondiale del Servizio Sociale

Oggi per la Giornata Mondiale del Servizio Sociale si racconta la Dott.ssa Marta Visentin, assistente sociale di Baobab Cooperativa Sociale.
Fronteggiare le difficoltà legate all'emergenza sanitaria volgendo lo sguardo al futuro, attendendolo con speranza e fiducia.

"Il 16 Marzo è la Giornata Mondiale del Servizio Sociale. E’ un giorno chiave dell'anno per noi assistenti sociali che ci uniamo per divulgare questo messaggio: "Ubuntu: Io sono perché noi siamo. Rafforzare la solidarietà sociale e la connessione globale".
Appellandosi all’ubuntum si è soliti dire  “Umuntum ngumuntum ngabantu” ovvero “io sono ciò che sono in virtù di ciò che tutti siamo”.
E’ un’espressione in lingua bantu che indica benevolenza verso il prossimo, è una regola di vita che proviene dalle popolazioni indigene del Sud Africa e che invita alla compassione e al rispetto dell’altro.
Questa filosofia è oggi richiamata nella giornata internazionale del Servizio Sociale per sottolineare la prospettiva del lavoro sociale dell’interconnessione di tutte le persone e dei loro ambienti.
I professionisti del lavoro sociale e dello sviluppo sociale hanno un ruolo essenziale per collegare persone, comunità e sistemi; co-progettare e co-costruire comunità sostenibili e promuovere una trasformazione sociale inclusiva.
In questo periodo di emergenza sanitaria ci siamo trovati a dover affrontare nuove complessità.
ll servizio sociale e gli assistenti sociali hanno retto all’impatto della crisi, proseguendo con tenacia il proprio lavoro, mostrando forza di volontà e creatività e ponendole al servizio delle persone e dei loro diritti.
Nell’emergenza sociale innescata dal COVID-19, in migliaia si sono stati impegnati in prima linea nel garantire interventi per soddisfare bisogni primari in modo tempestivo (ad esempio, la distribuzione di alimenti, farmaci o il reperimento di un alloggio sicuro). Cruciale è stato il collegamento con associazioni, organizzazioni o gruppi in grado di tutelare anche le categorie fragili, ad esempio i migranti o i lavoratori irregolari, non protetti dalle misure di contrasto alla crisi.
Ricordo, come se fosse oggi, il primo giorno in ufficio con la mascherina, quando il virus stava cominciando ad insediarsi nelle nostre vite: tutti gli appuntamenti annullati, uffici aperti solo su appuntamento e solo per emergenze, il telefono che suonava ininterrottamente e le voci delle persone che cercavano risposte e rassicurazioni...difficili da trovare di fronte ad una complessità in crescente evoluzione.
Nei momenti emergenziali per l’assistente sociale, come per tutte le professioni di aiuto, è importante non rimanere ancorati alle procedure abitualmente in uso, occorre flessibilità, intraprendenza e creatività per ragionare su come poter essere utili utilizzando gli strumenti a disposizione nel qui e ora.
In questo anno di emergenza sanitaria anche il mondo degli assistenti sociali ha cercato di trovare nuove modalità di risposta ai bisogni delle persone cercando di mantenere i legami e le relazioni, garantendo ascolto, utilizzano strumenti telematici, pc e/o smartphone, attraverso i quali si fornisce ascolto, si mantengono i rapporti con le persone e con i colleghi, si prosegue con il lavoro interprofessionale fra i diversi servizi.
Non poter ricevere personalmente le persone in carico a me, sentirli solo al telefono è stato difficile perché ha tolto la prossimità, la presenza fisica e la possibilità di incrociare gli sguardi e tessere fiducia. Difficile infondere speranza a chi soffre attraverso un telefono, rassicurare gli anziani e i più fragili, le persone sole e preoccupate.
Attendo con speranza e fiducia, il momento in cui potrò tornare a ricevere in presenza, chi necessita di supporto o deve inoltrare domanda per un servizio. Il quel momento saremo in grado come assistente e assistito di riprendere la condivisione di un cammino di sostegno".

 

Pin It
Da lunedì a venerdì
09:00 - 12:30 / 14:30 - 18:00
Telefono
+39 0331 811858
Fax
0331 1532423
Via Zara, 12
21049 - Tradate (VA)

Baobab Cooperativa Sociale

Via Zara, 12 | 21049 Tradate (VA)

Ingresso da piazza Malugani

 

Questo sito utilizza:

 

© 2022. Cooperativa Sociale Baobab. All Rights Reserved.

Powered by Advanxe Design